Il tè, un grande alleato per la nostra salute

Nero, verde, giallo, bianco, rosso… Di tè ce ne sono moltissime varietà diverse per colore e caratteristiche, ma tutte hanno effetti benefici per il nostro corpo.

Probabilmente anche voi vi sarete chiesti: come mai esistono così tante varietà di tè? La risposta è che le foglie derivano sempre dalla stessa pianta (Camellia sinensis), mentre a cambiare sono i processi di lavorazione.

Il tè nero si ottiene dalle foglie arrotolate e fermentate. Il tè verde ha una preparazione più complessa: le foglie sono vaporizzate e poi arrotolate, senza essere fermentate. Il tè giallo, dal sapore particolarmente delicato, è ottenuto da una parziale ossidazione delle prime foglie (gemme), cosa che non avviene nel tè bianco, dove le gemme sono essiccate all’aria aperta, senza alcuna ossidazione.

E il tè rosso? In realtà… non è un tè: si tratta di un infuso di una pianta sudafricana, il Roiboos, che naturalmente non contiene teina.

I benefici per la salute

Cambiano il colore, l’aroma, il sapore e le caratteristiche organolettiche, ma una cosa resta in comune tra tutte le varietà di tè: le straordinarie proprietà benefiche.

Merito delle oltre cinquecento sostanze attive presenti nella bevanda, tra cui numerose vitamine (B,C,E), minerali (fosforo, fluoro e magnesio), tannini, antiossidanti.

Oltre a questo, tutti i tipi di tè sono privi di calorie, di grassi e colesterolo. I livelli presenti di teina e caffeina variano molto a seconda della varietà e del tipo di lavorazione: in generale il tè in polvere, dentro le bustine, ne contiene di più.

In ogni caso, numerosi studi scientifici hanno dimostrato che bere regolarmente fino a 4 tazze di tè al giorno è un’abitudine salutare che porta grandi benefici: riduce le infiammazioni, abbassa il livello di colesterolo, aiuta la digestione, stimola le funzioni renali, ostacola l’accumulo di grassi e favorisce la perdita di peso, migliora l’umore.

Sarà per questo straordinario concentrato di virtù che il tè, ancora oggi, risulta essere la bevanda più diffusa al mondo dopo l’acqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *