Tutti i colori della salute

Inizia la stagione a rischio influenza! Consigli alimentari e piccole astuzie a scuola e in ufficio per stare bene e ridurre i rischi. Mangiare colorato, lavarsi sempre le mani, scegliere con cura anche lo spuntino che può fornire antiossidanti utili per la prevenzione… chi è spesso fuori casa è più esposto, ecco come tutelarsi.

Sono davvero moltissimi gli esperti in tutto il mondo secondo i quali la varietà dei cibi scelti, anche da un punto di vista cromatico, aiuta a rinforzare il nostro sistema immunitario. Fra i cibi campioni di salute spiccano la frutta fresca e di stagione, lo yogurt, il tè e la preziosissima frutta secca e oleosa come noci, nocciole, pistacchi freschi e mandorle. Buona regola da tenere presente anche per gli spuntini veloci fuori casa. C’è anche chi sostiene una posizione completamente diversa: la Società Italiana di Medicina Generale ha dichiarato che, per ostacolare la proliferazione dei virus, è ben più importante lavarsi frequentemente le mani che mangiare in modo sano. Probabilmente mettere in campo quotidianamente entrambe le strategie è l’atteggiamento migliore!

Per stare bene e alzare le difese contro i virus invernali, un altro consiglio preziosissimo viene dalla tradizione cinese che da millenni conosce e celebra le virtù benefiche, energizzanti, tonificanti e riequilibranti della radice della pianta di ginseng. Il nome stesso significa “che guarisce tutto” ed è ben meritato considerata la presenza di principi attivi in grado di spazzare via i radicali liberi e di fare il pieno di vitamine B, C, A, E e K. La capacità del ginseng di accrescere l’adattabilità ai cambiamenti climatici la rendono un’alleata davvero preziosa in vista del passaggio invernale. Spazio al caffè al ginseng quindi!

Infine poiché è noto che uno spirito ben nutrito stimola anche il benessere fisico, onore e merito all’iniziativa sperimentata gli anni scorsi a Modena di mettere distributori automatici di libri che raccolgono oltre 46 titoli tratti dalle lezioni del Festival di Filosofia.

Per saperne di più clicca qui, qui o qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *